Curriculum competenze comunicative: queste sconosciute

Il curriculum vitae europass prevede una “simpaticissima” sezione chiamata competenze. Si trova quasi alla fine del cv (dopo esperienze professionali e di studio) e, senza ombra di dubbio, è la parte più odiata di tutte. Il motivo è uno: non si sa mai cosa scriverci. E così la sezione competenze finisce spesso col diventare contenitore di frasi banali e standard, buttate lì a caso, convinti siano l’unica soluzione possibile. Vuoi sapere una cosa? Le competenze sono le informazioni più importanti da inserire sul tuo cv. Le competenze sono il nocciolo, ciò che sai e che hai imparato a fare, per questo non puoi permetterti di liquidarle con qualche frase scontata: questa sezione va sfruttata al massimo. Ti stai domandando cosa scrivere nelle competenze comunicative? Te lo spiego subito.

Curriculum competenze comunicative: una capacità trasversale

In genere, prima di inserire una competenza, vale la pena domandarsi: possiedo questa capacità? Il posto di lavoro che cerco richiede questa capacità? Ad esempio, se non possiedi particolari doti organizzative e gestionali (oppure le hai, ma non è una caratteristica richiesta dalla posizione a cui ti candidi) puoi tranquillamente toglierla: non è obbligatorio compilare tutte le competenze proposte, ma solo quelle su cui abbiamo qualcosa di significativo da dire. Nel caso delle competenze comunicative e relazionali però, trovo che facciano parte delle cosiddette capacità trasversali, spendibili cioè in diversi ambiti lavorativi: saper comunicare e rapportarsi nel modo giusto sono infatti doti utili in tutti i contesti e non solo a chi cerca un lavoro a contatto col pubblico, ad esempio.

Cosa scrivere

Cosa scrivere quindi nelle competenze comunicative? Semplice: dipende dall’impiego che cerchi e da quello che sai fare. Per esempio, ti candidi per un lavoro da venditore? È questa la sezione giusta per enfatizzare le tue doti empatiche e persuasive. Ti candidi per un lavoro da impiegato? In questo caso enfatizzare le doti persuasive (anche se ne hai) non serve più di tanto probabilmente. Puoi però sottolineare altre capacità relazionali (per far capire che sai rapportarti bene con i colleghi o con il pubblico) e puntare maggiormente sulle competenze organizzative e gestionali: come vedi ogni situazione è a sé stante e va valutata volta per per volta. Fra le competenze comunicative e relazionali rientrano anche l’abilità di lavorare in team, la propensione all’ascolto e all’adattamento in contesti diversi e multiculturali.

Cosa non scrivere

Cosa non scrivere nelle competenze comunicative? Nelle competenze comunicative (ma vale anche per tutte le altre) mai scrivere frasi banali e generiche. Ottime abilità relazionali, propensione al lavoro di gruppo e compagnia bella sono frasi che da sole non funzionano. Devi spiegare dove e come hai acquisito quelle capacità, contestualizzare le tue affermazioni. Qualche banale esempio:

curriculum competenze comunicative cosa scrivere

Hai visto? Piccoli dettagli già bastano a renderti più credibile e interessante. Mettere la propria personalità nel curriculum è fondamentale: il formato europass già di suo tende a standardizzare e appiattire, perciò devi fare il possibile per attirare l’attenzione (il mio consiglio è di sceglierlo solo se richiesto espressamente dall’azienda o dall’ente a cui ti proponi). E ricorda: le competenze che citi non devono per forza nascere da esperienze lavorative, ma pure da hobby, vita quotidiana, vissuto personale. L’importante è che siano rilevanti per la posizione che cerchi come sottolineato anche nelle istruzioni per compilare un curriculum vitae europass.

Spazio alle domande

Stai scrivendo il curriculum e non sai cosa mettere nelle competenze comunicative? Sei in dubbio su quale può essere la frase che esalta al meglio le tue capacità? Scrivimi un commento! 😉