Ma questo se stesso come si scrive? L’accento ci va oppure no? Ecco un altro grande quesito della grammatica italiana. Scommetto che anche a te è capitato di vederlo scritto in modi diversi o, addirittura, di essere rimproverato per averlo scritto nel modo “sbagliato”. Ma qual è il modo giusto? E, soprattutto, esiste?

Ecco quando l’accento è obbligatorio

L’accento è sempre obbligatorio quando scrivi da solo. Con  intendo ovviamente il pronome personale riflessivo di terza persona singolare e plurale (esempio: lo tiene per sé). Questo per quale ragione? Per distinguere il pronome in questione dal se congiunzione (vado se vieni anche tu) e dal se pronome atono (se ne va).

Se stesso: l’accento è obbligatorio?

No, non è obbligatorio. Anzi, la regola tradizionale vuole che, nel caso di se stesso e se medesimo, l’accento non venga proprio riportato. Questo per un semplice motivo: l’abbinamento con stesso e medesimo esclude la possibilità di confondere il se pronome con il se congiunzione. Nessun rischio di equivoco, nessun bisogno di accento quindi. Ma ecco che le cose cambiano di nuovo con sé stessi e sé stesse dove invece è consigliabile l’accento per evitare di confonderli con il congiuntivo passato di stare (anche se, solitamente, il contesto della frase dovrebbe aiutare ad evitare certi malintesi). Ma quindi sé stesso con l’accento è davvero un errore da penna rossa?

Come si scrive se stesso: un dibattito aperto

La verità è che sé stesso con l’accento non è un errore da penna rossa. Anzi, sembrerebbe non esserlo proprio un errore! La stessa Accademia della Crusca fa notare come gli studiosi, a questo proposito, siano divisi a metà: c’è chi ritiene giusto attenersi alla convenzione tradizionale, chi invece trova opportuno indicare sempre l’accento. Le parole della Crusca“… è preferibile considerare non censurabili entrambe le scelte, mancando in realtà una regola specifica che ne possa stabilire il maggiore o minore grado di correttezza.”. Della stessa opinione, i linguisti di Treccani: non solo confermano la tendenza nelle grammatiche odierne ad approvare la grafia accentata, ma la sposano anche, utilizzandola sulle pagine dell’enciclopedia stessa (su Treccani leggerai sé stesso e non se stesso)

Ricapitolando

  • lo fa per sé (in questo caso sé è da solo e va accentato SEMPRE)
  • lo fa per se stesso/sé stesso (con o senza accento? Scegli tu)
  • amare sé stessi/sé stesse (sì all’accento per non confonderlo col congiuntivo passato)
  • attenzione: l’accento non è grave (sè), ma acuto ()

 

Hai qualche dubbio di grammatica? Scrivimi un commento! 😉