Aggiornato il 3 settembre 2018

Ciao! Se sei capitata qui, probabilmente, devi scrivere un curriculum vitae per commessa e non sai bene da che parte cominciare. Ho indovinato? Se è così, ti consiglio di continuare a leggere, perché forse troverai qualche suggerimento che fa al caso tuo.

Di cosa si tratta? Te lo dico subito.

Cosa troverai in questo post

In questo post troverai l’esempio di un curriculum vitae per commessa scritto da me. Si tratta di un cv molto semplice, costruito attorno alla storia inventata di un personaggio di mia fantasia: Marta Rossi (la mia personale alternativa femminile al celeberrimo Mario Rossi).

A cosa può servirti questo esempio:

  • a capire come strutturare un curriculum diverso dal classico formato europeo (che francamente non amo più di tanto);
  • a capire come redigere un curriculum per il ruolo di commessa, a farti un’idea delle informazioni più interessanti da inserire e a capire come descriverle.

Premessa importante

Il curriculum che ti propongo non è la regola e le informazioni che ci trovi sono solo esemplificative. Potrebbero quindi essere incomplete rispetto alle attività che hai svolto tu, durante il lavoro di addetta alla vendita, oppure descrivere mansioni e competenze che non riguardano la tua esperienza personale. Utilizzalo come semplice spunto, quindi, da modificare e arricchire in base alla tua situazione.

Ti presento Marta

Prima di mostrarti l’esempio di curriculum, devo presentarti Marta Rossi. Marta è la protagonista del nostro cv e, per farti comprendere le scelte che ho fatto, devo raccontarti velocemente la sua storia. Te lo prometto, sarò brevissima 😉

La storia professionale di Marta

Marta ha 24 anni e vive a Rimini.

Nel 2013 si è diplomata e in seguito ha svolto i seguenti lavori:

 

  • Da settembre 2013 a marzo 2014 ha fatto la cameriera. Le mansioni svolte erano queste: accogliere i clienti, prendere gli ordini, fornire consigli su cibi e vini, preparare la sala, pulire i locali.

 

  • Da aprile a settembre 2014 ha lavorato come commessa in un negozio d’abbigliamento maschile. I suoi compiti erano i seguenti: vendere, assistere i clienti, occuparsi del riassortimento della merce durante la giornata, sistemare il magazzino, riordinare e pulire il punto vendita.

 

  • Dal 2015 al 2016 ha lavorato come banconista in un fast food. Oltre ad assistere la clientela e a vendere, Marta gestiva la cassa, preparava panini e insalate, preparava caffè e cappuccini, puliva il locale.

 

  • Dal 2016 ad oggi Marta ha lavorato come commessa in un negozio d’abbigliamento femminile. I suoi compiti erano i seguenti: vendere, assistere i clienti, gestire la cassa, allestire le vetrine, occuparsi del riassortimento degli articoli, sistemare la merce applicando sistemi antitaccheggio e prezzi, riordinare e pulire i locali.

 

Come scrivere tutto questo in un cv? E, soprattutto, a quali informazioni dare maggiormente spazio, visto che si tratta di un curriculum vitae per commessa?

Ecco il mio esempio.

Curriculum vitae per commessa: esempio di cv

curriculum vitae per commessa

curriculum vitae per commessa

Piccola precisazione. L’enorme distanza fra “istruzione” e “competenze linguistiche” è dovuta al fatto che queste sezioni si trovano in due pagine diverse: “istruzione” è alla fine della prima pagina, mentre “competenze linguistiche” all’inizio della seconda.

 

Vuoi che ti aiuti a scrivere un curriculum vitae per commessa simile a questo? Scopri come funziona il mio servizio di revisione cv cliccando su questa pagina. Ti aspetto 😉 

Ti spiego le scelte che ho fatto

Cosa ne pensi del curriculum che ho scritto?

Prima di lasciarti, vorrei spiegarti il motivo di alcune scelte che ho fatto:

 

  • Prima il lavoro, poi gli studi. Marta ha diverse esperienze professionali alle spalle (di cui due pertinenti al mestiere che cerca). Per questo è più saggio iniziare con i lavori svolti e solo dopo inserire la sezione degli studi.

 

  • Ordine cronologico inverso. In genere, ti consiglio di inserire le esperienze professionali partendo dalla più recente.

 

  • Approfondisci solo le informazioni più importanti. Marta ha lavorato sia nella ristorazione sia come commessa, due settori con ambiti affini (il contatto con il pubblico) ma anche divergenti. Nel descrivere le esperienze come cameriera e banconista, ho quindi cercato di citare prevalentemente le mansioni che hanno qualche attinenza con il mestiere di addetta alla vendita (ad esempio l’accoglienza del cliente, la gestione della cassa) tralasciando, invece, quelle più slegate ad esso (ad esempio la preparazione di insalate, panini, caffè…)

 

  • Scrivere un cv mirato. Le scelte di cui ti ho parlato nel punto precedente sono dovute alla necessità di scrivere un curriculum il più possibile mirato al lavoro che cerchi. Evita, quindi, d’infarcirlo con dettagli poco pertinenti.

 

  • Sii precisa e dettagliata dove serve. È invece importante essere precisi per quanto riguarda le informazioni più interessanti per il mestiere cercato. Ciò significa dettagliare le mansioni svolte durante le precedenti esperienze come addetta alla vendita (come ho fatto sul cv), perché questo fa capire cosa sai fare.

 

  • Lingue straniere. Le lingue straniere rappresentano un valore aggiunto nella maggior parte dei curriculum, a maggior ragione se il lavoro prevede il contatto con il pubblico, come in questo caso. Ti consiglio di inserirle in questo ordine: da quella che conosci di più a quella che conosci meno, indicando di fianco il relativo livello di padronanza.

 

  • Competenze informatiche. Oltre alla conoscenza del Pacchetto Office, che può sempre servire, potresti menzionare i gestionali che hai imparato a usare durante le precedenti esperienze come addetta alla vendita.

 

  • Competenze professionali. Si tratta di una sezione aggiuntiva, che puoi mettere come no. Puoi inserirla alla fine del cv oppure all’inizio, subito dopo i dati personali, al fine di fornire subito un riassunto delle tue principali capacità (sempre riferite al ruolo per cui ti stai candidando). Quelle che ho messo sono competenze utili, a mio parere, per il mestiere di commessa. Se pensi di possederle, può essere una buona idea scriverle. In caso contrario, ovviamente, ti sconsiglio di riportare caratteristiche che non ti appartengono, solo perché pensi che possano essere particolarmente apprezzate.

Conclusioni

Spero di esserti stata d’aiuto con questo piccolo esempio.

Come spiegato nella premessa, si tratta solo di un semplice spunto per capire come potresti strutturare il tuo curriculum vitae per commessa (e per capire come scrivere un cv mirato, che metta in evidenza le informazioni più rilevanti per il lavoro che cerchi).

Anche per quanto riguarda la grafica, ho scelto qualcosa di estremamente chiaro, semplice e facile da aggiornare, impostando le informazioni in modo immediato e intuitivo. Tu cosa ne pensi? Come ti sembra il curriculum che ti ho proposto?