Il curriculum europass prevede, nella sezione lingue, la compilazione di una tabella. Per compilarla non è sufficiente inserire un giudizio “generico” come può essere scolastico, buono, ottimo ma è necessario essere più precisi inserendo il livello di competenza previsto dal Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue. 

Come compilare quindi questa tabella nel modo più adatto?

E soprattutto, come capire qual è il nostro effettivo livello di conoscenza di una lingua?

Scopriamolo insieme 😉

Curriculum lingue: che cos’è il Quadro comune europeo?

Il Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue (QCER) detto anche Common European Framework of Reference for Languages (CEFR) in inglese, è stato definito dal Consiglio d’Europa al fine di fornire un sistema di classificazione condiviso delle competenze linguistiche in riferimento alle lingue d’Europa e di dare delle linee guida per elaborare i piani d’insegnamento delle stesse.

Quadro comune europeo: quanti livelli prevede?

Il Quadro comune europeo prevede 6 livelli. 

A1, A2, B1, B2, C1, C2

Il livello A sta a indicare competenze di base, il B competenze di livello intermedio, il C una buona padronanza della lingua.

Ciascun “macro-livello” ha poi un’ulteriore distinzione, questa volta numerica, dove “1” rappresenta il grado minimo di quella categoria, mentre “2” il grado massimo.

Sul curriculum europass ti verrà chiesto di inserire il livello di competenza linguistica che possiedi in riferimento a 3 campi:

  • comprensione (diviso a sua volta in “ascolto” e “lettura”)
  • parlato (diviso a sua volta in “interazione” e “produzione orale”)
  • produzione scritta

Curriculum lingue: come faccio a conoscere il mio livello?

Se possiedi un diploma o una certificazione linguistica, già questo può darti un’indicazione utile.

Per scoprire a quale livello corrisponde la certificazione che hai conseguito puoi dare un’occhiata a questa tabella riassuntiva fornita da Wikipedia, oppure informarti sul sito dell’istituzione che l’ha rilasciata per verificare.

In ogni caso non è necessario possedere una certificazione per capire il proprio livello linguistico (anche perché se l’hai ottenuta diverso tempo fa e non hai più avuto modo di praticare la lingua, può essere che le tue conoscenze attuali non corrispondano più a quel livello).

Sul sito di europass trovi la scheda per l’autovalutazione, uno strumento utile per tradurre le tue capacità in livello di competenza (che ti consiglio di consultare anche se possiedi una certificazione linguistica).

Non dovrai superare un test o rispondere a delle domande. Dovrai semplicemente leggere le descrizioni fornite e rapportarle alle tue capacità.

Per ogni area di competenza infatti sono elencati i 6 livelli e per ognuno di essi la relativa spiegazione di ciò che, in riferimento a quel livello e a quella capacità specifica, dovresti saper fare. Se senti che la descrizione ricalca le tue effettive potenzialità allora è quello il livello da inserire sul cv.

Forse potrebbe interessarti: Modello Curriculum Europass: 5 segreti per ottenere il massimo

Curriculum lingue: in che ordine inserirle in tabella?

Il mio consiglio è di inserire le lingue straniere in quest’ordine: da quella che conosci di più a quella che conosci meno. 

I certificati, se utilizzi il modello europass scaricato dal sito, andrebbero inseriti nel riquadro grigio chiaro della tabella.

Se invece compili il cv online, troverai un riquadro dedicato ai certificati linguistici alla fine della scheda per l’autovalutazione (che in questo caso è inserita direttamente nell’applicazione senza dover consultare la pagina apposita).

Conclusioni

Spero di esserti stata utile con questo post sul curriculum e la tabella delle lingue.

Hai qualche domanda o qualcosa da aggiungere? Scrivimi un commento! 🙂