In questo post voglio parlarti dei due punti. Non sarà un articolo dedicato alle regole di utilizzo di questo segno di punteggiatura (per queste informazioni ti lascio a fonti ben più complete e autorevoli come Treccani) ma un’occasione per mostrarti come i due punti, in certi casi, possano aiutarti a scrivere meglio, con uno stile più fresco e immediato.

Fra i possibili utilizzi dei due punti, infatti, c’è anche quello di poter sostituire delle congiunzioni. Ciò che farò, quindi, sarà portarti l’esempio di alcune frasi che, grazie alla sostituzione della congiunzione con i due punti, possono acquisire maggior leggerezza ed efficacia. Ti va di seguirmi?

I due punti: uno strumento prezioso

Ecco la definizione che Treccani dà dei due punti:

Nella punteggiatura, i due punti hanno la funzione di spiegare, chiarire, dimostrare quello che è stato affermato nelle frasi precedenti.

Mi sono accorta di una cosa: quando scrivo i miei testi, i due punti subentrano soprattutto in fase di revisione. È quando rimetto mano allo scritto per limarlo e correggerlo, infatti, che mi saltano all’occhio le frasi pesanti, i periodi troppo lunghi… insomma, tutto quello che in un testo chiaro e scorrevole non dovrebbe proprio esserci!

Che faccio allora? Tiro fuori le forbici dell’editing e comincio a risistemare. Fra gli strumenti che uso spesso in questa fase ci sono i due punti: questo segno d’interpunzione, infatti, mi permette di creare uno stacco adeguato fra le frasi, sostituendo magari un perché, un ovvero, o un infatti che appesantivano il discorso. Ricordiamo che i due punti impongono una pausa intermedia fra quella richiesta dal punto e quella richiesta dalla virgola.

Se hai pazienza di leggere ancora un po’, ti mostro l’esempio di qualche frase che, grazie all’intervento dei due punti, può diventare più leggera ed immediata.

Due punti: esempi di frasi

Ecco le prime due frasi che vorrei sottoporre alla tua attenzione:

 

  • Oggi non sono affatto in forma. Da questa mattina, infatti, mi gira la testa e mi sento molto debole. 
  • Questo palazzo è una delle opere più belle della città. Gli affreschi, le decorazioni e l’imponente scala di marmo rappresentano infatti un vero spettacolo. 

 

Chiariamo subito una cosa: queste due frasi, così come quelle che seguiranno nell’articolo, non hanno nulla di sbagliato. Scegliere d’inserire i due punti al posto delle congiunzioni, quindi, è una scelta prettamente personale dettata dal proprio stile di scrittura, dal ritmo che si vuole dare alla frase e dal ritmo del testo in cui è inserita. Se preferisci lasciare le congiunzioni, perciò, va benissimo.

Detto ciò, ti mostro come potrebbero diventare le frasi precedenti togliendo la congiunzione “infatti” e mettendo i due punti.

 

  • Oggi non sono affatto in forma: da questa mattina mi gira la testa e mi sento molto debole.
  • Questo palazzo è una delle opere più belle della città: gli affreschi, le decorazioni e l’imponente scala di marmo rappresentano un vero spettacolo.

 

Cosa ne pensi? Ti sembrano più immediate e più fresche?

I due punti possono sostituire anche congiunzioni come perciò, quindi, pertanto… Vediamo un esempio:

 

  • Marco non è in grado di studiare da solo, pertanto dovrai aiutarlo tu a preparare il compito di storia. 

 

  • Marco non è in grado di studiare da solo: dovrai aiutarlo tu a preparare il compito di storia.

 

Ecco due esempi dove i due punti prendono il posto di “in quanto” e “perché”:

 

  • È importante assicurarsi che la crema contenga acido ialuronico, in quanto tale sostanza garantisce l’elasticità della pelle, preservandone la giovinezza.
  • Questo lavoro è noiosissimo, perché è tutto il pomeriggio che svolgo le medesime mansioni. 

 

Ecco come si trasformano:

 

  • È importante assicurarsi che la crema contenga acido ialuronico: tale sostanza garantisce l’elasticità della pelle, preservandone la giovinezza. 
  • Questo lavoro è noiosissimo: è tutto il pomeriggio che svolgo le medesime mansioni.

 

Qui, invece, sostituiamo la congiunzione “ovvero”:

 

  • Il medico ha detto che si tratta di psoriasi, ovvero una patologia della pelle caratterizzata da eritemi, solitamente di carattere cronico e recidivante. 

 

Inseriamo i due punti e la frase diventa:

 

  • Il medico ha detto che si tratta di psoriasi: una patologia della pelle caratterizzata da eritemi, solitamente cronica e recidivante. (in questo caso i due punti potrebbero essere benissimo sostituiti anche da una virgola)

 

In quest’ultimo esempio eliminiamo invece una parte del periodo:

 

  • Per lo svolgimento della mansione è richiesta un’elevata competenza nella vendita. Con ciò si intendono le seguenti abilità: capacità di gestione del cliente, propensione all’ascolto e conoscenze base di marketing.

 

  • Per lo svolgimento della mansione è richiesta un’elevata competenza nella vendita: capacità di gestione del cliente, propensione all’ascolto e conoscenze base di marketing. 

 

Conclusioni

Come ho già in parte accennato, non dobbiamo sostituire ogni congiunzione che incontriamo con i due punti… assolutamente no! Quando revisioni ciò che hai scritto, però, cerca di capire dove potresti tagliare ed eliminare il superfluo. Oltre a introdurre un elenco o un discorso diretto, infatti, i due punti possono servire anche a questo: a dare maggior leggerezza e immediatezza a una frase.

Certo, bisogna saperli usare con parsimonia. Un testo stracolmo di due punti, infatti, non sarà molto piacevole da leggere, probabilmente, perché tenderà ad avere un ritmo piuttosto monotono e piatto. Ti faccio un esempio:

 

“È importante utilizzare i due punti in un testo: rappresentano la soluzione ottimale per una scrittura fluida e immediata. Per imparare a usarli nel modo giusto, però, è necessario fare due cose: scrivere e leggere tanto. Senza allenamento non si va molto lontano: la pratica è fondamentale per migliorare ogni giorno di più”.

 

Ti sarai accorto che forse abbiamo un po’ esagerato con i due punti, vero? Per evitare di scrivere un testo “monocorde” come questo è quindi necessario calibrare, utilizzando diversi espedienti che comprendano sia le normali congiunzioni sia, eventualmente, i due punti. Vediamo come potrebbe essere trasformato il testo:

 

“È importante utilizzare i due punti in un testo, poiché rappresentano la soluzione ottimale per una scrittura fluida e immediata. Per imparare a usarli nel modo giusto, però, è necessario scrivere e leggere tanto. Senza allenamento non si va molto lontano: la pratica è fondamentale per migliorare ogni giorno di più”.

 

Come vedi, in questo caso ho lasciato i due punti solo nella frase finale, al fine di dare al testo un ritmo più armonico. Spero di averti fornito degli spunti utili per migliorare la tua scrittura grazie all’utilizzo dei due punti. Tu cosa ne pensi in proposito? Ti capita di usare spesso questo segno di punteggiatura? Hai altre frasi d’esempio da indicare?

Se ti va, scrivimi un commento 😉