Se sei approdato su questa pagina, probabilmente stai compilando il curriculum europeo. Il formato europeo, infatti, fra le competenze personali presenta una sezione chiamata “capacità e competenze tecniche”. Ma cosa bisogna scriverci esattamente? E, soprattutto, cosa si intende con “competenze tecniche”?

Se ti va di continuare a leggere, in questo articolo cercherò di rispondere a queste domande: che ne dici, partiamo?

Capacità e competenze tecniche: le cosiddette hard skills

Come abbiamo detto, la sezione “capacità e competenze tecniche” si trova sul curriculum europeo. Il formato Europass (che rappresenta la versione più “evoluta” del curriculum europeo e che puoi compilare anche online in questo sito) contiene invece una parte chiamata “competenze professionali”. I nomi sono diversi ma, a mio personale parere, la funzione di queste sezioni è molto simile (fra i due formati ti consiglio di preferire l’Europass).

Ma torniamo ora alla domanda principale: cosa si intende con “competenze tecniche”?

Le competenze tecniche fanno riferimento a delle abilità specifiche , grazie alle quali è possibile svolgere adeguatamente un determinato lavoro. Fanno parte delle competenze tecniche, ad esempio, la capacità di utilizzare particolari strumenti e macchinari, oppure la facoltà di mettere in pratica determinate tecniche di lavoro. Com’è facile intuire, si acquisiscono tramite la formazione e l’esperienza lavorativa.

Le competenze tecniche sono definite hard skillsLe hard skills, essendo strettamente legate a un settore specifico (ogni mestiere prevede determinate competenze tecniche), difficilmente possono essere trasferibili (non sono quindi utilizzabili in ambiti diversi). Le soft skills, al contrario, sono quelle capacità trasferibili e spendibili anche in campi differenti (ne fanno parte, ad esempio, le competenze comunicative e organizzative). Se ti interessa un maggior approfondimento in merito, ti lascio a questo post di Coachlavoro.

Ma torniamo a noi: cosa scrivere, quindi, in “capacità e competenze tecniche”?

Capacità e competenze tecniche: cosa scrivere

La sezione “capacità e competenze tecniche” è lo spazio dove inserire le conoscenze specifiche che ti permettono di svolgere con abilità e professionalità il lavoro che cerchi (tecniche che sai mettere in pratica, strumenti e macchinari che sei in grado di usare ecc.).

Qualche esempio ti aiuterà a comprendere meglio: prendiamo tre professioni diverse (barista, estetista e segretaria) e vediamo quali potrebbero essere le ipotetiche competenze tecniche ad esse connesse.

 

  • Barista. Fra le competenze tecniche di un barista potrebbero esserci, ad esempio, queste abilità: la conoscenza delle modalità di preparazione dei cocktail, la capacità di preparare determinate ricette, la conoscenza dei vini…

 

  • Estetista. Se penso al lavoro di un’estetista, mi vengono in mente le seguenti hard skills: la capacità di utilizzare specifici strumenti, la conoscenza di determinate tecniche di massaggio, la capacità di eseguire vari tipi di make-up…

 

  • Segretaria. In questo caso, ad esempio, potremmo includere fra le competenze tecniche l’uso di specifici programmi e strumenti informatici, oppure la conoscenza di determinati gestionali alberghieri, se si tratta di una segretaria d’albergo…

 

Quelli che ho citato, ovviamente, sono solo meri esempi delle possibili competenze tecniche legate a questi mestieri.

Conclusioni

Prima di compilare la sezione del cv, ti consiglio di fare due cose:

 

  • Studia bene la posizione lavorativa a cui ti stai candidando, al fine di comprendere quali sono le hard skills più utili in quel contesto. In particolare, se rispondi a un annuncio, fai attenzione alle competenze richieste.
  • Valuta bene le conoscenze che possiedi: non inserire competenze che non ti appartengono.

 

Studiare bene la posizione lavorativa è un passaggio fondamentale, in quanto le hard skills, come abbiamo detto, sono molto specifiche. È quindi importante inserire solo quelle interessanti per la posizione a cui stai puntando. Allo stesso tempo, non devi mentire sulle tue reali capacità, anche perché basterà poco per capire se sei veramente competente come dici.

Personalmente trovo un po’ fastidiose le ripetizioni all’interno di un curriculum, perciò vorrei darti un ultimo consiglio. Mi rendo conto che il formato europeo può portare ad essere ridondanti (e per questa ragione non lo amo molto), ma ti suggerisco di non ripetere gli stessi concetti più volte, sia per non risultare noioso sia per non sprecare spazio inutilmente.

Anche nella sezione “capacità e competenze tecniche”, quindi, ti consiglio d’inserire informazioni che non hai già messo in precedenza.

Ti faccio un esempio. Spiegando le mansioni che svolgevi durante il lavoro di estetista, hai già scritto che praticavi determinate tecniche di massaggio? Allora non ripeterle nuovamente nelle competenze: si tratta solo di un aggiunta inutile, che appesantisce il cv… perlomeno, questa è la mia personale opinione. Inoltre, quando citi le tue competenze nell’apposita sezione, spiega come le hai acquisite, in modo da contestualizzare le tue affermazioni.

 

Desideri scrivere il curriculum in un formato diverso dall’europeo? Vuoi farmi correggere il curriculum che hai scritto? Dai un’occhiata al mio Servizio di Revisione Cv.